AIMC DI LUCCA – CORSO DI FORMAZIONE: VERSO UNA SCUOLA INCLUSIVA E METACOGNITIVA

La Didattica Mentalista approda all’A.I.M.C. di Lucca  e condivide con un folto e motivato gruppo di insegnanti della scuola dell’infanzia e primaria l’importanza di un insegnamento metacognitivo che valorizza gli stili di apprendimento degli alunni per promuovere la personalizzazione del processo formativo, condizione indispensabile la realizzazione di una scuola inclusiva.

 

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

INCONTRO CON L’AUTRICE

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

SITO DELLA DIDATTICA MENTALISTA

“Finalmente il nuovo sito della nostra Associazione Didattica Mentalista è stato completato e da oggi è in rete (www.didatticamentalista.com). E’ un sito più flessibile e ricco di informazioni rispetto a quello precedente che era gestito da una società esterna e quindi rigido e con informazioni essenziali a causa di vincoli spaziali ridottissimi.
Vi troverete tutte le informazioni sulla Gestione Mentale e sulla Didattica Mentalista nata da una sua costola.
Non ci resta pertanto che invitarvi a visitarlo con preghiera di divulgarne la presenza in rete ad amici e colleghi.
Buona navigazione e riposanti vacanze a tutti”

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

L’ALUNNO AL CENTRO

 

pedagogia-lumaca

L’ALUNNO AL CENTRO!
E’ sotto gli occhi di tutti che nella scuola italiana si sta affermando sempre più una “forza centrifuga” che sposta l’azione didattico-educativa dai soggetti agli oggetti. E’ un fatto incontrovertibile! Con il termine oggetti non mi riferisco tanto ad una generica dimensione ontica cara alla fenomenologia di prima maniera, quanto agli aspetti para metodologici che hanno introdotto un’irrefrenabile “bulimia” didattica che si alimenta di progetti, di concorsi, di contenuti disciplinari, di programmazioni, di curricoli, di RAV, di POF, di PTOF, di INVALSI, di piani di miglioramento, di ambienti digitali, di misurazioni, di autovalutazioni, di standard di gradimento etc.. In questo “circo” schizofrenico, il soggetto-alunno sembra un “accessorio”, relegato sullo sfondo di una scuola “dopata” di tecnologie (LIM, PON, FABLAB, WEBINAR, ETWINNING, EIPASS, CODING) ma incapace di prendersi cura delle persone, di instaurare con loro rapporti comunicativi profondi e relazioni empatiche, di conoscerli sul piano cognitivo e mentale, di sostenerli con efficaci percorsi formativi nel loro fragile processo di crescita. Sconforta il fatto che in questo dantesco girone scolastico (dell’inferno beninteso!) la scuola abbia perso la bussola, nessuno si indigna e lancia l’allarme per denunciare il terribile “male oscuro” che la sta divorando dirottandola dal suo vero fine educativo. Addirittura qualcuno, con la faccia tosta e l’impudenza dell’ignoranza pedagogica, definisce questa stortura del sistema scolastico la “Buona Scuola”. Dio mio! Ritroviamo il senno pedagogico, fermiamoci a riflettere dove sta andando l’azienda-scuola e le azioni da evitare (perché gravemente nocive alla salute dei suoi operatori e utenti) e quelle invece da perseguire con determinazione. Quest’estate, sotto l’ombrellone, (ri)leggiamo “La pedagogia della lumaca” di Gianfranco Zavalloni per capire il significato di un’educazione autentica, forse potrà aiutarci a ritrovare il vero fine della scuola e a darci la carica giusta per il prossimo anno scolastico. A settembre, ad attenderci, ci saranno i nostri piccoli alunni che hanno tanta fiducia in noi. Non ci dimenticando di loro perché occupati da tutto il resto! Buone vacanze a tutti!

STAFF DELLA DIDATTICA MENTALISTA E AIMC DI MASSA

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

LA DIDATTICA MENTALISTA ARRIVA A LUCCA! CORSO ESTIVO AIMC 2016

corso estivo 2016http://didatticamentalista.eu/wp-content/uploads/2016/06/corso-estivo-2-2016.jpg

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

PRESENTAZIONE DEL LIBRO: ” L’ORA DI LEZIONE NON BASTA” DI MARCO ORSI

Alla presenza di un pubblico folto e interessato di docenti prevalentemente della scuola primaria, martedì 7 giugno alle ore 16,30 presso la Scuola Elementare
“D. Alighieri” di Via La Salle a Massa è stato presentato il libro “L’ora di lezione non basta” di Marco Orsi Ed. Maggioli (2015).
La Dirigente Scolastica del 2° Circolo Dott.ssa Alessandra Valsega nella sua introduzione ha sottolineato l’importanza di recuperare e valorizzare quelle dimensioni “assenti” nella scuola moderna come le emozioni, le relazioni, il benessere delle persone, la didattica cooperativa, l’importanza degli arredi e dei laboratori perché questi aspetti, spesso mancanti tra le pareti scolastiche, sono fondamentali per una valida formazione umana e sociale degli alunni.
Di seguito è intervenuto il Prof. M. Orsi dell’Università di Firenze che ha evidenziato come il modello di “scuole senza zaino”, di cui è ideatore e responsabile nazionale, valorizza la funzione degli arredi scolastici e degli oggetti didattici che creano “legami e mappe mentali” e risultano fondamentali per l’apprendimento. Una scuola astratta e idealista fondata solo sulla parola, sul libro e sul quaderno favorisce soltanto lo sviluppo di un alunno ”cefalopode o tête homme” inteso nell’accezione negativa ed empirista di “vaso da riempire” piuttosto che di “fuoco da accendere” come auspicava già nel XVI sec. la visione illuminata di Michel Eyquem de Montaigne nei suoi Essais. Da qui l’importanza di un ambiente polivalente con varie zone per l’apprendimento in autonomia degli alunni che lavorano sotto la vigile guida dell’insegnante, allenatore e sostenitore e non mero trasmettitore di sapere e conoscenza. L’apprendimento quindi non è mai scollegato dalla condivisione e dalla partecipazione che a scuola devono ritrovare senso nella didattica collaborativa, spesso trascurata a vantaggio di una competizione tayloristica e di un fordismo spersonalizzante che rischia di generare disaffezione e demotivazione verso lo studio soprattutto da parte dei soggetti più deboli e in difficoltà. In definitiva il progetto “Senza Zaino” adotta il “Global Curriculum Approach” che non è un metodo d’insegnamento ma una modalità di trasformare la scuola in un ambiente che mette in relazione artefatti immateriali e materiali, software e hardware, mente e corpo, “terra e nuvole” facendo incontrare e interagire i soggetti con i soggetti e i soggetti con gli oggetti.
La dott.ssa Annalisa Misuri, dirigente scolastica in pensione e membro del gruppo promotore “Senza zaino”, ha poi svolto un’agile sintesi sui vantaggi di una scuola-comunità in cui si riscopre il piacere dello stare insieme. Il benessere genera successo e desiderio di riuscita mentre la scuola tradizionale è indirizzata alla deprecabile somministrazione sistematica delle prove di verifica, delle valutazioni e dei voti, dei risultati quantificabili e misurabili perdendo di vista il senso del fare scuola. Pietro Sacchelli.

 

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

“PER UNA SCUOLA INCLUSIVA E METACOGNITIVA”

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

“L’ORA DI LEZIONE NON BASTA” di MARCO ORSI

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

INCONTRO SPIRITUALE – 8 GIUGNO 2016

L GIORNO 8 GIUGNO ALLE ORE 16,30, IN SEDE AIMC,IN VIA EUROPA 1,CI SARA’ L’INCONTRO SPIRITUALE CON FRATEL GIAMPIERO

E LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO  DI ANTONIO DE ANGELI: IL MAESTRO

DEDICATO AL MAESTRO MASSESE VISCARDO VERGANI

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

GiocHiamo: CONFERENZA SUL TEMA ABILITA’ IN GIOCO.

GiocHiamo: CONFERENZA SUL TEMA ABILITA’ IN GIOCO. A CURA DI SHARA GINEPRI. VENERDI’ 3 GIUGNO 2016.
CASA PELLINI. VIA GIOVAN PIETRO TORRE DI CASTRUCCIO. AVENZA (MS)

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento